Marcia Perugia Assisi per il reddito di cittadinanza

Il 20 Maggio alle 11.30 Marcia per il reddito di cittadinanza promossa dal M5S – Il Corteo partirà dalla Basilica di San Pietro Perugia e arriverà alla Basilica Santa Maria degli Angeli Assisi

Quello sul reddito di cittadinanza è un dibattito che va avanti da tempo. Il Movimento di Beppe Grillo lo ha inserito fra i punti principali del suo programma. La storia è molto lunga.

Una raccomandazione della Comunità Europea del 1992 esorta l’Italia ad introdurre un’indennità per combattere povertà e disoccupazione

Si tratta della raccomandazione 92/441 CEE pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale che recita che ogni lavoratore ha diritto ad un aiuto per vivere dignitosamente.

Paesi dove esiste il reddito di cittadinanza e i tentativi del Governo e di alcune Regioni di introdurre un reddito per le persone in difficoltà

In Europa e nel Mondo esiste il reddito di cittadinanza: La Danimarca prevede un reddito di 1.300 euro al mese, mentre la Francia 460 euro. In Europa mancano all’appello l‘Italia e la Grecia. In Brasile introducendo questa misura economica la povertà è stata dimezzata. Recentemente il Governo ha approvato il DDL Povertà. Si tratta di un reddito di inclusione, che prevede un contributo mensile fino a 500 euro. I requisiti per ottenerlo non si conoscono ancora anche se si sa per certo che il reddito ISEE dovrebbe essere molto basso per ottenerlo: intorno ai 3000 euro.

Le Regioni che in Italia hanno introdotto autonomamente il Reddito di Cittadinanza sono sette: Basilicata, Friuli, Lazio, Lombardia, Molise, Puglia, Valle D’Aosta e le province di Trento e Bolzano dove il contributo arriva a 950 euro mensili. Il Reddito di cittadinanza ormai è diventato un modello sociale adottato da tutti i paesi.

Al di là delle ragioni politiche l’introduzione di un sostegno alle famiglie povere sarebbe una medicina per tutto il sistema economico e per combattere la crisi. Il reddito di cittadinanza creerebbe un circuito di sviluppo dando anche linfa vitale a nuove imprese.

Quali sono i motivi per cui il Governo dice No al reddito di cittadinanza? A Chi non conviene?

Le ragioni per cui il sogno di una distribuzione più equa della ricchezza ha diverse motivazioni. Esiste un sistema che vive sulla povertà e che non ha nessun interesse a sconfiggerla. Le parti politiche sono impegnate solo a insultarsi senza guardare ai reali bisogni dei cittadini. In effetti se solo si pensa ai soldi utilizzati per salvare le banche o alle ingenti somme destinate per altre imprese “inutili”, si inizia a chiedersi come mai non ci siano fondi per il sostegno alle famiglie e per le case ai terremotati.

Le coperture sono state più volte elencate e motivate: tagli alla spesa, aumento costi trivellazioni, tassazione gioco d’azzardo, riduzione indennità parlamentari, taglio auto blu, riduzioni pensioni d’oro, riduzioni affitto d’oro, taglio fondi ai partiti, taglio finanziamenti all’editoria.

Sul sito di Grillo vi sono tutti i particolari per partecipare alla marcia per il reddito di cittadinanza, chiamato in altri mille modi, ma il più adatto è forse reddito di dignità.

Pensare alla Salute

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...