Legambiente spiega il perché degli incendi e le responsabilità

Ogni anno nei mesi estivi grandi superfici di boschi bruciano, sottraendo grandi risorse al  genere umano. Legambiente nel “Dossier incendi”, parla di ritardi ingiustificati delle regioni e di Piano antincendio non adeguatamente applicato.

Secondo il rapporto di  Legambiente in un mese è andata in fumo la stessa superficie boschiva di tutto il 2016. In particolare l’associazione denuncia che la  Campania e il Lazio non hanno ancora approvato il Piano AIB 2017 (Piano antincendio boschivo).

Queste regioni non hanno attuato le modalità di prevenzione previste dal piano, l’organizzazione del lavoro a terra e il coordinamento con Vigili del fuoco e Protezione civile. La Calabria e la Sicilia hanno attuato in parte il piano e in netto ritardo.

Progetto Ecoremed: bonifica naturale con i pioppi

Si evidenzia una mancanza totale di strategie e misure di prevenzione, un numero limitato di forestali, i quali come ben noto sono anche in fase di riorganizzazione.

Per il momento esiste una legge sugli ecoreati, che sta vedendo i primi frutti ma è solo all’inizio. Dall’altra parte le responsabilità di quanto sta accadendo sono sicuramente delle regioni e del governo, che non stanno facendo il loro dovere.

Incendi come limitare i danni per la salute

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...