Social lending come funziona

 

Smartika è il sito attraverso cui si incontrano prestatori di denaro e richiedenti un prestito.

Life Style Slow

La filosofia del social lending, in realtà non riesce a decollare in Italia, anche se i principi sono quelli che dovrebbero muovere l’economia e far cambiare anche il modo di pensare. E’ sotto gli occhi di tutti l’enorme e perpetua speculazione bancaria.

Le banche che non fanno più il loro dovere, cioè quello per cui sono nate: prestare soldi, che serviranno a muovere l’economia.

Dna Solutions

Detto in parole povere, gli istituti di credito hanno usato i nostri soldi per speculare e quando è andata male, lo Stato ha concesso loro sempre i nostri soldi, per evitare il fallimento. In più le banche non prestano più i soldi di ‘’tutti’’.  E’ evidente, dunque che qualcosa deve cambiare innanzitutto nella mentalità. L’unione fa la forza è sempre un principio che ha il suo valore.

piggybank-2913293_960_720

Un primo passo sarebbe quello di togliere alle banche gli strumenti con i quali operano ad esclusivo interesse di pochi. Bisognerebbe iniziare a chiudere i conti correnti, occorrerebbe rivolgersi al social lending per i prestiti e  trovare forme alternative di deposito e di risparmio. In Gran Bretagna da anni, ormai dal 2005 si è molto diffuso il prestito fra privati. Ovviamente le operazioni sono effettuate sotto la vigilanza della Banca d’Italia e sono del tutto  legali.

Piccoli racconti metropolitani                 Come depurare l’aria dall’ inquinamento con le piante

La concessione del prestito segue il normale iter, che applicherebbe una banca. Viene verificata la solvibilità del richiedente, con l’invio di documentazione e cosi via.

In seguito a ricerche di opinioni su internet, ci si può fare un’idea; ci sono anche molte lamentele di chi non ha avuto il prestito, perché considerato ‘’poco affidabile’’. Ciò dimostra la bontà dell’iniziativa.

Annunci

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...